I dati chiave di Horgen - 2019

  • Capacità autorizzata: 35 000
  • Volume incenerito: 34 953
  • Ore di esercizio: 8 239
  • Rapporto stechiometrico: 1,01*
  • Consumo di reagente: 10,4/kg/t di rifiuti
  • Produzione di PSR**: 9,0 kg/t di rifiuti
  • Elettricità prodotta: 537 kWhe/t di rifiuti
  • Teleriscaldamento: 1.184 kWht/t di rifiuti

Fonte: ZVHo – RESOLEST *sulla base dell’analisi dei residui **Prodotti Sodici Residui

 

Le esigenze di Horgen: alta capacità operativa nella termovalorizzazione

Nel 2015, questo termovalorizzatore svizzero vicino al lago di Zurigo ha completato con successo una ristrutturazione comprendente il trattamento fumi con SOLVAir® per assicurarsi di essere operativo a lungo termine, fino al 2030 e oltre.

Conseguimento delle più basse emissioni possibili

A causa dell’estrema vicinanza ad aree residenziali e aree naturali protette, la normativa richiede che le emissioni al camino siano le più basse possibile. L’adozione della soluzione SOLVAir® è stata possibile solo garantendo livelli di inquinanti simili o inferiori a quelli ottenuti con il precedente sistema a umido.

 

Cosa SOLVAir® offre a Horgen

Da un sistema a umido all’iniezione a secco di reagente SOLVAir®

E’ stata mantenuta solo una linea di incenerimento rispetto alle due precedentemente in funzione. Questo è risultato in un nuovo progetto con una capacità autorizzata di 35.000 tonnellate di rifiuti all’anno. La ristrutturazione ha compreso una sostituzione della caldaia e la conversione del sistema per il trattamento fumi da scrubber a umido a iniezione a secco di reagente con bicarbonato di sodio premacinato SOLVAir® SB 0/3.

Riciclo dei residui presso RESOLEST®

In ottemperanza ai regolamenti cantonali svizzeri, i residui del trattamento fumi devono essere riciclati. Lo stabilimento di riciclo RESOLEST® nella Francia settentrionale processa i residui per produrre salamoia che è impiegata nello stabilimento SOLVAY per la produzione della soda. Questa operazione è riconosciuta come riciclo dalle autorità svizzere.

 

I vantaggi per Horgen

Al limite dell’ottimizzazione

Il trattamento fumi è stato costruito con un ricircolo interno dei residui che permette di utilizzare al massimo il reagente con qualunque concentrazione di contaminanti. Questo permette anche di ridurre il volume dei prodotti sodici residui

Elevato recupero energetico per il teleriscaldamento

Riducendo le emissioni di SOx sotto i 10 mg/Nm³ a monte del modulo di riduzione catalitica selettiva (SCR), il funzionamento del DeNOx non richiede il riscaldamento dei fumi per evitare la disattivazione del catalizzatore, e il calore risparmiato viene recuperato per il teleriscaldamento.

 

Requisiti normativi e risultati conseguiti

Componenti dei fumi

Fumi non trattati prima della depurazione

mg/Nm3 (Media / Massimo)

Fumi depurati

Media annuale

mg/Nm3, secco, 11% O2

Limite normativo – Media giornaliera

mg/Nm3, secco, 11% O2

Particolato

50 / 500

0,1

10

Acido cloridrico - HCl

500 / 2000

0,8

10

Diossido di zolfo - SO2

150 / 500

7,5

50

Ossidi di azoto - NOx

200 / 400

58,8

100

Mercurio - Hg*

 

6,6.103

50.103

Diossine/ Furani - PCDD/F *

 

4,6.103

100.103